Traduzioni SEO friendly

“Tradurre un testo e poi fare SEO? Si, ma devo trovare un SEO madrelingua e che sappia di cosa parlino i miei contenuti…”
Forse se hai un sito web da far tradurre ti sei già posto queste domande.
Te ne poniamo una noi: sai perché abbiamo selezionato un network di traduttori esperti di turismo e conoscitori del digitale? La risposta è ovvia, per offrire traduzioni in ottica SEO.

Il vantaggio è quello di non fare il lavoro due volte, riducendo la spesa, affidandosi a chi può tradurre un testo già prendendo in considerazione fattori che determinano il posizionamento sui motori di ricerca. In cosa consiste la traduzione in ottica SEO? Proviamo a riassumerlo di seguito:

  • fare una valutazione complessiva del testo da tradurre ed individuare le keyword (o keyphrases) principali per le quali posizionare la pagina web;
  • consultare tool a pagamento come SEMrush o gratuiti come Ubersuggest, oppure lo Strumento di pianificazione delle parole chiave o Trends di Google;
  • definire con attenzione titoli, sottotitoli, nome dei paragrafi, grassetti e link interni;
  • trattare il testo da tradurre anche in relazione alla concorrenza nel Paese di destinazione, offrendo una versione linguistica adatta al contesto ed alla competizione SEO (vale a dire, in mercati più competitivi è necessario un testo più ottimizzato o, a volte, semplicemente più lungo).

Facciamo un esempio di come un traduttore affronta una traduzione in ottica SEO:

Se dovessimo tradurre l’espressione francese location vacances in inglese, potremmo tradurre correttamente con vacation rentals se non fosse che la keyword location vacances ha un volume di ricerca mensile medio in Francia di circa 135.000 ricerche e vacation rentals in inglese viene cercato solamente un centinaio di volte al mese! Un traduttore esperto di SEO sa verificare questo aspetto critico e scegliere l’espressione più utilizzata in UK vale a dire accommodation che ne ha circa 50.000.

Qualora chiediate una traduzione in ottica SEO, gli accorgimenti che i nostri traduttori potranno adottare andranno a sacrificare una traduzione letteraria appannaggio di un testo di reale valore per il destinatario.
Ad esempio, un titolo che recita in italiano: Dammuso in affitto a Pantelleria potrà esser tradotto in inglese con Typical holiday house in Sicily for rent oppure è decisamente consigliabile tradurre Mestre con near Venice.
Il ragionamento alla base è semplice: bisogna utilizzare i termini più utilizzati e luoghi conosciuti nella lingua di destinazione ed inserirli nei punti chiave della pagina web tradotta.
Un’ultima curiosità: sapete quali sono i toponimi italiani più famosi presso gli americani? Ecco a voi una classifica offerta da Google Trends:

  1. Rome
  2. Venice
  3. Florence
  4. Lake Como
  5. Amalfi Coast and Capri
  6. The Cinque Terre
  7. Tuscan Hill Towns
  8. Sicily

Speriamo di avervi convinto a richiedere una traduzione SEO friendly. Fare SEO significa dopo tutto, offrire contenuti utili agli utenti. Ottimizzare i testi non è l’unica cosa da fare per posizionare una pagina o un sito web… ci sono anche aspetti tecnici relativi al codice ed all’architettura web da mettere in pratica. Per questo motivo possiamo farvi supportare da partner SEO bravi e collaudati.